Brand

Analogico Videocomposito (CVBS)

Il segnale videocomposito (in breve CVBS, acronimo dell'inglese Composite Video Blanking Sync), è lo storico formato analogico utilizzato dalle telecamere e dai dispositivi video a risoluzione standard (non HD).

Esso contiene tutte le informazioni base dell'immagine (segnale di luminanza "Y" corrispondente in pratica all'immagine in bianco e nero), i segnali di differenza dei colori rosso, verde e blu (R, G, B) nei sistemi PAL, NTSC con relative sottoportanti, i segnali di sincronismo orizzontale e verticale e, nel caso di canali televisivi, l'informazione del teletext.

 

Segnale CVBS videocomposito analogico visto all'oscilloscopio

Riproduzione all'oscilloscopio del segnale CVBS di un video che riproduce le barre del test colore (Texas Instruments)

 

Praticamente tutti i televisori, anche i più recenti ad altissima risoluzione, dispongono di ingressi e/o uscite compatibili con segnale videocomposito, oltre a videoregistratori, monitor, trasmettitori, lettori DVD, ecc.

I connettori usati per questo tipo di applicazioni sono tre:

 

RCA GIALLO

Spinotto RCA per videocomposito CVBS

 

BNC

Spinotto BNC per videocomposito CVBS

 

SCART

SCART per segnale videocomposito CVBS

 

Nonostante la loro diversità, il tipo di segnale che vi confluisce è lo stesso (tipicamente 1 Volt picco-picco su un'impedenza di 75 Ohm con larghezza di banda da 5.5 a 6.5 MHz), per cui potremo collegare cavi con spinotti RCA a prese BNC o SCART o viceversa tramite semplici adattatori, senza bisogno di conversione.
La lunghezza massima della tratta si aggira sui 100 metri quando viene utilizzato cavo coassiale di alta qualità e bassa attenuazione.

La risoluzione massima teorica delle immagini nel segnale videocomposito è quella tipica della televisione analogica, pari a circa 625 linee in bianco e nero, nei televisori a colori o monitor generalmente essa può essere indicata con le sigle SD, D1 oppure 576i (interlacciato) o 576p (progressivo).

Le telecamere analogiche generano un segnale compatibile con questo standard e sono fornite di connettore di uscita RCA oppure BNC, per cui potranno tranquillamente essere collegate a tutti i televisori, monitor, trasmettitori e altri dispositivi CVBS.

Il più diffuso impianto di videosorveglianza utilizza ancora oggi telecamere con uscita analogica CVBS. La sua popolarità e la facilità d'uso ne fanno tuttora un sistema economico e di facile installazione anche da parte di chi non ha conoscenze tecniche specifiche, con i limiti della risoluzione imposti dallo standard.